Ad ormai più di quindici giorni dal termine delle elezioni studentesche per il rinnovo della Consulta Provinciale degli Studenti di Catania, tutto tace – dichiara Luca D’Emilio, coordinatore regionale studenti SBAM – E’ imbarazzante vedere come in tutte le regioni d’Italia abbiano già concluso il rinnovo dell’organo più importante che gli studenti hanno a disposizione – continua – e come, a Catania, nonostante siano abbondantemente scaduti i termini indicati dal MIUR, ancora non si sia mossa una foglia. Siamo sempre bravi a farci notare per ciò di cui dovremmo vergognarci.

A risentirne dell’enorme ritardo sono soprattutto gli studenti eletti che non possono esercitare il loro ruolo per il quale sono stati votati dalle comunità studentesche e non possono garantire un corretto esercizio del Diritto allo Studio – così, Aurora Zappalà, rappresentante di Consulta del Liceo Statale “G. Turrisi Colonna” -. Gli intoppi burocratici e i problemi degli enti preposti dal Ministero non possono ricadere sugli studenti poiché, così facendo, gli si nega la libertà di espressione politica.

Ritengo sia opportuno – conclude Aurora – che il provveditorato agli Studi di Catania ponga subito una soluzione a questo enorme ritardo perché non si può più tollerare una così gravosa mancanza verso gli organi di rappresentanza studentesca e, quindi, verso gli studenti. Non convocare l’assemblea plenaria è contro il diritto allo studio!

Contrassegnato da tag

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...